HO IMPARATO A DIRE “NO”

Permettersi di dire “NO”, corrisponde a comprendere che gli altri possono riconoscerci per quello che siamo veramente anche quando non si è d’accordo con loro. Dire “NO”, mette in luce quelli che sono i nostri bisogni, e fa capire all’altro che siamo persone diverse da loro e che abbiamo delle nostre esigenze da considerare e rispettare.

Quanti di vuoi si sentono in difficoltà a dire NO? Possibile che una parola così breve possa recare problemi nel pronunciarla?

Dire un “NO” spesso diventa difficoltoso perché mette in gioco una serie di emozioni negative, difficili da sopportare.

Rispondere spesso “SI”, anche quando si pensa l’esatto contrario di quello che si sta dicendo, nasconde evidentemente il bisogno di voler essere compiacenti nei confronti dell’altro, perché si teme possa accadere qualcosa di catastrofico, difficile da gestire… insomma, per paura!

Paura di non piacere all’altro… che quest’ultimo possa avere un giudizio negativo di noi, oppure per paura del conflitto e delle conseguenze che potrebbe portare in futuro. A volte, diciamo “SI” per paura di poter perdere un’occasione che crediamo unica e che non possa ripresentarsi mai più.

Ma pensateci bene… forse è più utile andare oltre queste paure permettendoci di dire NO” per far comprendere agli altri che possono riconoscerci per quello che siamo anche se non si è d’accordo con loro.

Nella mia “prima” vita, ho provato molta difficoltà a dire “NO” a mio padre (un uomo di carattere dal quale non mi sentivo accettata) mettendo in secondo piano le mie esigenze e sofferenze pur di essere riconosciuta da lui… ma quando ho imparato a dire “SI” a me stessa, mi sono permessa di dire “NO”… gli dicevo: “Ti amo tantissimo, ma il mio punto di vista è diverso dal tuo…”

Questo mi ha permesso di iniziare a comprendere chi veramente fossi, ciò che provavo e sentivo andando oltre la paura del “non riconoscimento” a conoscere e rispettare le mie esigenze e rispettarle.

È vero che, a volte, sentirsi dire un no lascia perplessi, perché nell’immaginario collettivo questa parola assume connotazione negativa di rifiuto ogni volta che viene usata… Ma vi do una bella notizia… le conseguenze del dire un “NO” spesso sono sovrastimate, poiché non portano per forza alle conseguenze catastrofiche che immaginiamo.

Insomma, dire “NO” significa non rispondere e non adeguarsi alle pressioni cognitive e sociali dettate da terzi e questo serve a tutelare i propri valori.

BUON “NO” quando è necessario… DITE PIÙ “SI” a voi stessi!

💞 Con Amore e Gratitudine 💞

Lascia un commento