LIBERATI DAI PATTI ENERGETICI

Ti faccio un paio di domande:

Ti sei mai chiesto per quale motivo per avere o fare qualcosa senti di dover usare l’ostinazione quando, in realtà, ti basterebbe semplicemente ESSERE per raggiungere l’obiettivo?
Per quale motivo continui a cercare di sopravvivere come se tu fossi un mendicante, quando la tua vera natura è di VIVERE come un Re?
Belle domande vero?

Perché ciò accade?
Questo accade quando ci proiettiamo all’esterno di noi stessi per così tanto tempo, ascoltando solo ciò che proviene fuori dalla nostra essenza, che abbiamo dimenticato di chi siamo realmente.

Ma adesso, STOP! ✋
È il momento di ricordare chi siamo realmente per creare la nostra realtà da RE e non più da mendicanti!

È utile sapere che, quando attiviamo una reazione ad una situazione, creiamo inconsciamente un contratto energetico che ci vincola ad uno specifico tipo di vita… questo accade fino a quando,dopo aver preso coscienza e assumendoci la responsabilità dell’origine, lo risolviamo.

Coloro con i quali creiamo questi Patti energetici, (vite precedenti, codice genetico, convinzioni legate all’infanzia) ci costringono, per legge d’attrazione, a rivivere con queste persone le situazioni necessarie a risvegliare le sfaccettature emotive non ancora accettate e risolte.

È importante comprendere che ogni reazione negativa, legata ad una NON comprensione, attiva un dispiegamento nella realtà per manifestare molte altre situazioni simili nella nostra vita con l’intento di mostrarci, sempre da più vicino, la problematica che non riusciamo a vedere in noi stessi.

Le convinzioni che fanno sì che certe situazioni si ripetano, si trovano dentro di noi e quindi anche la soluzione si trova sempre lì… dentro di noi! Questo accade per la legge universale : IL DOLORE SI CREA DOVE ESISTE LA SUA CURA.

È utile prendere consapevolezza del fatto che la vita è nostra alleata ed obbedisce sempre a ciò che decidiamo interiormente. Dobbiamo sapere che, determinate credenze, ci danno un filtro con il quale interpretiamo la REALTÀ nella quale siamo immersi e che è fatta di VIBRAZIONE. Noi comunichiamo, con tutto ciò che ci circonda, soprattutto attraverso la frequenza delle nostre onde vibrazionali e quando proviamo un certo tipo di sensazione/emozione stiamo vibrando ad una certa frequenza, che crea un richiamo energetico e serve come impronta per creare il contratto, che stabiliamo essere nostro, con la volontà nelle nostre reazioni ed affermazioni.

Questo implica che, il contratto di cui ti parlavo prima, per essere risolto, possa spingerci ad avvicinarci ai compagni di copione da una forte attrazione o da un senso di familiarità… questo serve per scoprire quali sono le ferite che ci attiviamo a vicenda in modo da decidere se risanarle.

il contratto di dolore, è il vincolo che si crea inconsapevolmente dalle nostre vibrazioni di reazioni e ci porta a rivivere, con sempre maggior intensità, uno stesso tipo di situazione che rifiutiamo a priori, proiettandoci nelle profondità del problema in forma sempre più forte fino a quando non ne prendiamo coscienza e ci permettiamo di rielaborarlo per aggiornare il sistema di credenze ed aquisire maggior consapevolezza.

Per risolvere questo “contratto”
è importante individuarlo comprendendo da dove è stato generato ed iniziare a pensare in forma differente in relazione ad esso e alle parti coinvolte… cioè comprendere a che cosa ci serve.
Forse ci sta mostrando che non c’è accettazione, comunicazione oppure che non comprendiamo profondamente noi stessi, ecc.
Per andare oltre dobbiamo prima osservare molto bene noi stessi, ascoltando come ci sentiamo in quella determinata situazione, individuare il sentimento che più si attiva in noi e nell’altra persona… questo ci farà comprendere che cosa sta generando il loop. Una volta individuata e riconosciuta l’origine della situazione, abbiamo bisogno di iniziare a cambiare il nostro atteggiamento verso noi stessi e le parti coinvolte andando a cambiare il sistema di convinzioni che lo tiene in piedi.

💞 Con amore e Gratitudine 💞

Lascia un commento